abolizione coprifuoco

Spinta per abolire il coprifuoco dopo le 22, lo chiedono le Regioni

Spinta per abolire il coprifuoco dopo le 22, lo chiedono le Regioni

Tra fine maggio e inizio giugno l’Italia potrebbe abbandonare il coprifuoco. L’annuncio è del sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulé, che stamattina ad Agorà su Rai 3, ha parlato dei tempi di durata di una delle più discusse restrizioni anti Covid rimaste in vigore. «Per ora ci sarà un “tagliando”», ha commentato Mulé, «per vedere di farlo slittare di un’ora o anche di due, a mezzanotte, superando la “sindrome di Cenerentola”». Un passaggio intermedio che potrebbe condurre all’abolizione completa della misura, secondo il sottosegretario, entro gli inizi del prossimo mese di giugno. Attualmente la circolazione notturna è vietata dalle 22 della sera alle 5 del mattino, tranne che per motivi di necessità. La misura potrà dunque essere aggiornata a breve con un alleggerimento. Nella road map del Governo saranno decisivi i prossimi giorni. Intanto il Ministero degli Interni sta studiando i limiti entro cui permettere i festeggiamenti dei tifosi di calcio nelle prossime settimane.