green pass trieste

No Green pass: Trieste chiede un rinvio alla fine del mese

No Green pass: Trieste chiede un rinvio alla fine del mese

"Siamo in dittatura, faremo comunque lo sciopero e vedremo chi vincerà". Lo ha dichiarato il portavoce del Coordinamento dei lavoratori portuali di Trieste, Stefano Puzzer, annunciando che il blocco dell'attività, previsto dal 15 al 20 ottobre, verrà attuato nonostante l'iniziativa sia stata dichiarata illegale. Arriva però uno spiraglio dal direttivo: "Pronti a discutere in caso di slittamento del pass". I portuali hanno detto che sciopereranno "fino a quando non verrà tolto l'obbligo del Green pass per accedere al lavoro". Ma il componente del direttivo del Coordinamento lavoratori portuali di Trieste Alessandro Volk ha chiarito: "Siamo determinati sulle nostre posizioni, ma siamo sempre disponibili a discutere con chiunque. Se il governo dovesse posticipare l'obbligo del Green pass, in quel caso prenderemmo nota e ci adegueremmo, non avrebbe senso venerdì bloccare il porto".